.
Annunci online

oggi
opinioni (di parte) sui fatti del giorno
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

























Tutte le immagini, comprese quelle della toolbar, sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Dovessero ledere un qualsivoglia diritto d'autore, fatemelo sapere. Tutti i testi inseriti sono di proprietà dell’autore e non possono essere ripresi senza previo consenso eccezion fatta per "Il Cannocchiale" e "TocqueVille".

L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. I commenti anonimi saranno accettati solo se in linea con il pensiero del blog, altrimenti potete anche fottervi. In caso contrario saranno pubblicati solo se espressi in forma civile, e non con la tracotanza e la supponenza tipica del blogger comunista che, dal 14 aprile 2008, per me non esiste più.



POLITICA
In mano a dei pazzi
2 luglio 2008
Pazzesco. Incredibile. Neanche nel disastrato Sudamerica. Il futuro nel neogoverno è già appeso un filo. Del telefono. Un’altra montagna di intercettazioni giacciono nei cassetti di qualche giornalista servo ricevuto da qualche magistrato serpe. Molto più pesanti di quelle su Saccà. In queste il Cav. Si lancerebbe in excursus a sfondo sessuale riguardanti anche due ministre, verosimilmente la Carfagna e la Prestigiacomo. Sembrerebbe.

Tutto ciò è assurdo. 14 anni di sconfitte, poi l’ultima – ancora più tonante – ad aprile. La sinistra non riesce più a liberarsi di Silvio Belrusconi. E, avendo esaurito i mezzi politicamente leciti, ora punta alla distruzione della persona, non del politico, della persona. Venissero pubblicate quelle fantomatiche intercettazione sarebbe un cataclisma. Tutto perché al nostro presidente piace la figa. Non si è uniformato alla massa neanche in questo; avesse avuto intrallazzi con qualche valletto gay sarebbe intoccabile. In questo caso, no. C’è la figa di mezzo. Guai. Per non parlare di un potenziale divorzio dalla moglie, inevitabile se i rumors fossero credibili, che lo porterebbe anche alla distruzione finanziaria.

Insomma, sarebbe un successo su tutta la linea per l’Armata Rossa che, con in testa i propri arieti Csm e Anm, sfonderebbe le porte del castello di Palazzo Chigi ottenendo lo scalpo della potente vittima (a cui piace la figa, non qualcos’altro). 14 anni di storia dittatoriale del nostro paese spazzati via dalle forze del bene.

Abbiamo, dopo due anni tragicomici, un governo solido e stabile che ha già espresso proposte serie e leggi efficaci, un governo (soprattutto) eletto dalla gente a stragrande maggioranza. Non ci sono altre alternative per annientarlo, il nostro Cav. cascamorto, se non un bel golpe. Questi sono gli organismi che tengono in scacco la democrazia italiana. La magistratura e il Csm. Andate a cagare.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi intercettazioni magistrature Csm Anm

permalink | inviato da oggi il 2/7/2008 alle 13:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
L'eterna ipocrisia di "Liberazione"
24 maggio 2008
Non avendo più questioni parlamentari di cui lagnarsi, non essendo più rappresentati nell’emiciclo, “Liberazione” si premura di farci conoscere la propria opinione circa il caso Cogne. Lo fa con un’iniziativa (o provocazione?) di dubbio gusto: concedere la grazia ad Annamaria Franzoni.

Aldilà del fatto prettamente giuridico – grazie infatti al nostro sistema giudiziario allo sbando, si farà si o no 5 anni – va ricordato che questo Circo Barnum della giurisprudenza, tra avvocati che saltano, plastici riprodotti fedelmente, perizie e controperizie, si è trasformato in un processo che di razionale ha ben poco. Tuttavia azzardare un condono di pena per una donna che, incartamenti alla mano, è un’assassina di bambini mi sembra francamente troppo. Anche da parte di chi interpreta in modo molto variopinto il significato della parola “giustizia” in base all’imputato.

Sì perché, nascosta tra le righe di questa provocazione, c’è l’annoso problema del rapporto tra giustizia e sinistra estrema. Questo retaggio sessantottino per cui tra i reati peggiori e maggiormente perseguibili ci sono quelli finanziari, magari commessi da colletti bianchi, mentre reati ben più gravi (come appunto l’infanticidio) vengono sepolti da un marasma di scuse e giustificazioni, dal tessuto sociale alla presunta infermità mentale. Un limite storico della sinistra, che però purtroppo trova spesso riscontro nella realtà. Realtà in cui troviamo un Coppola malato rinchiuso in carcere da anni, mentre orde di assassini – italiani e stranieri soprattutto – svolazzano liberi come usignoli. Speriamo che la loro estromissione dal Parlamento porti gli adepti della falce e martello e i seguaci dell’Anm a rivedere le proprie anacronistiche convinzioni.

_____________

P.S.: Travaglio picciotto???


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. liberazione franzoni cogne giustizia coppola anm

permalink | inviato da oggi il 24/5/2008 alle 21:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        novembre